Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  lo Studio  »  avv. Silvio Delfino
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

avv. Silvio Delfino

L'avv. Silvio Delfino è nato a Castrovillari (CS) nel 1929
Nel 1952 ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso la Università La Sapienza di Roma     (100/110) e, quivi, si iscrive alla Facoltà di Scienze Politiche.
Nello stesso anno, viene abilitato al patrocinio avanti la Pretura di Roma.

Nel 1953 è assunto nell'organico della FIUMETER S.p.A. -società di assicurazione del Gruppo Ina, operante nei Rami Danni- con il compito di curare il settore delle rivalse infortuni, in collaborazione con il Consulente Legale della Compagnia, avv. Michele Coppola.

Nel 1954 viene promosso Applicato di 1º Categoria A.

Nel 1955  supera, a Roma, l'esame di Procuratore Legale.

Nel 1956 viene promosso al grado di Segretario e chiamato, altresì, a svolgere funzioni di Assistente del Direttore dei Rami Infortuni, Responsabilità Civile Auto e Diverse, Malattie e Films, sia per la assunzione dei rischi che per la gestione dei sinistri;

Nel 1957 viene promosso al grado di Capo Sezione.
Nel 1958, oltre le menzionate funzioni, viene incaricato di formare e dirigere l'Ufficio Segreteria e Contenzioso R.C.-Infortuni.- Nel medesimo anno consegue il diploma ACI di Perito in Infortunistica Stradale.
Nel 1960  viene promosso al grado di Vice Capo Ufficio.

Nel 1961  consegue la promozione a Capo Ufficio.

Nel 1962, promosso al grado di Funzionario con procura, è chiamato a svolgere funzioni vicarie del Direttore responsabile dei Rami summenzionati.

Nel 1965 ottiene la nomina a Dirigente con il grado di Procuratore.

Nel 1966 viene trasferito alla Delegazione di Milano, con funzioni di sovrintendenza della liquidazione sinistri della Lombardia e della assunzione dei rischi R.C.-Infortuni e Malattie (funzioni poi estese alla intera area dell'Italia del Nord) e con compiti di Segreteria della Direzione Generale nei consessi associativi (ANIA, Concordato Incendio, Grandine ecc.).

Nel 1968 viene richiamato a Roma, in Direzione Generale, per assumere, alle dirette dipendenze del Direttore Generale, la titolarità del neo Servizio Ispettorato Liquidazione Sinistri Rc- Infortuni.

Nel 1970, in conseguenza della fusione per incorporazione della Fiumeter  nell'Assitalia s.pa. (l'altra Compagnia del Gruppo Ina, operante nei Rami Danni), gli viene attribuita la responsabilità di curare il processo per la migliore unificazione dei corpi ispettivi delle due società danni interessate dalla fusione.

Nel 1972 consegue la promozione a Vice Direttore con successiva attribuzione della titolarità del Servizio Ispettorato unificato (alle dirette dipendenze, sempre, del Direttore Generale), competente sia sugli Ispettorati di Liquidazione Sinistri R.C.-Infortuni, sia sugli Ispettorati Tecnici Incendio e Furti.

Nel 1974 è promosso, per saltum, al grado di Direttore.

Nel 1975  assume la titolarità  della Direzione dei Rami Infortuni, Malattie e Films.

Nel 1978  è nominato responsabile della Direzione e della Organizzazione (DCO) dell'Assitalia.

Nel 1979, da ultimo, è nominato Direttore Centrale  della Società e fino al 1983. è chiamato anche a svolgere funzioni vicarie dell'Amministratore Delegato e del Direttore Generale, particolarmente in materia di atti giudiziari, mandati di pagamento, locazioni et similia. Nel medesimo torno di tempo ha rappresentato la Compagnia in una molteplicità di attività interne del Gruppo INA (quale facente parte, ad esempio, della Commissione per i problemi delle Agenzie in economia) e di manifestazioni a livello nazionale, una, in primis (di certo, fra le più popolari), quella legata alla assegnazione annuale del premio Il Seminatore d'Oro INA-Federazione Italiana Gioco Calcio.

Nel 1983 gli viene altresì attribuita, ad interim, la responsabilità della Direzione Amministrativa e Finanziaria e del Sistema Informativo e di Automazione.

Nel corso del 1984, in previsione delle ponderose operazioni conseguenti al condono edilizio, viene preposto alla Direzione del Patrimonio Immobiliare (DPI).

Nel marzo 1988, dopo 35 anni di ininterrotta, intensa e proficua attività, sempre a livelli altamente qualificati ed impegnativi, l'avv. Silvio Delfino ha lasciato il Gruppo di Stato per assumere, quale Direttore Generale, la guida delle Società SIPEA, CIDAS e POLARIS VITA del Gruppo Assicurativo Acqua Marcia.

Ecco come ne ha dato notizia, tra le diverse testate di giornali, "Realtà", l'organo ufficiale di stampa della CIDA -Confederazione Italiana Dirigenti di Azienda-: "Il dott. Silvio Delfino, che ha avuto notevole parte nella vita di categoria quale Consigliere Nazionale della CIDA, membro della Commissione per la Previdenza, Vice Presidente del Sindacato Romano dirigenti imprese assicurative e Vice Presidente Vicario della Federazione Italiana Dirigenti Imprese Assicurative, è entrato dal marzo scorso nel gruppo assicurativo Acqua Marcia, in qualità di Direttore Generale della Società Capo Gruppo Sipea. Il dott. Silvio Delfino ha un curriculum dirigenziale di prestigio ed è conosciuto dai nostri lettori anche per le sue note di carattere giuridico pubblicate su Realtà.-

Al Collega ed Amico Silvio Delfino formuliamo ogni più fervido compiacimento ed augurio per l'alto incarico che gli è stato affidato".

Dopo alcuni anni di attività parimenti gratificante nell'ambito del citato Gruppo Assicurativo Acqua Marcia, l'avv. Silvio Delfino, ha infine raggiunto il traguardo della quiescenza.

Alle esperienze connesse agli incarichi di rappresentanza della categoria dei Dirigenti di cui è menzione nel sopra trascritto comunicato di Realtà, va aggiunto che l'avv. Silvio Delfino -parimenti sin dagli anni '60- è stato costantemente presente nell'ambito dell'ANIA (l'Associazione Nazionale delle Imprese di Assicurazioni) facendo, via via, parte della Commissione Sinistri; della Sezione Tecnica Infortuni e Malattie, con qualifica di Vice Presidente; della Commissione per i Rapporti con gli Agenti e della Commissione per i problemi della Edilizia.

E'  stato pure membro -dal 1980 al 1982- della Commissione Nazionale Consultiva per i problemi delle Assicurazioni presso l'Unione Italiana delle Camere di Commercio.

Nel 1986 e nel 1987, inoltre, ha fatto parte del Gruppo di lavoro sulle Assicurazioni istituito presso l'allora Ministero dell'Industria e presieduto dal Sottosegretario con delega, on.le Savino Melillo.

Ha, infine, sistematicamente collaborato, oltrechè con "Realtà", con il periodico "Il Corriere di Roma", attraverso la redazione e pubblicazione di articoli e di note prevalentemente a contenuto giuridico.

Sia, infine, giustificata la chiusura del presente curriculum con la seguente affermazione e con l'espressione augurale che l'avv. Silvio Delfino avverte in tutta sincerità di dovere esprimere: egli si sente onorato di  aver potuto, da qualche tempo, e di poter  ancora oggi mettere la propria esperienza professionale, seppure nella semplice ed onorifica veste di consulente, a disposizione dello Studio Associato degli Avv.ti  Giancarlo Mancini e Tiziana Sgobbo, legali, costoro, che, agli aspetti oltremodo positivi della ancor giovane età, uniscono la rassicurante presenza di una compiuta maturazione professionale per le possedute, non comuni, doti di scienza  e di deontologica coscienza, ormai loro generalmente riconosciute ed accomunate in un giudizio, sempre più vasto ed unanime, che abbraccia e coinvolge lo Studio in ogni sua componente.