Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  News  »  Cassazione: marito scatta foto alla moglie nel giardino dell'amante? Non c'è violazione di privacy
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Cassazione: marito scatta foto alla moglie nel giardino dell'amante? Non c'è violazione di privacy

Cassazione: marito scatta foto alla moglie nel giardino dell'amante? Non c'è violazione di privacy

La Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 405677/2008) ha stabilito che non è illecito scattare delle foto di nascosto alla moglie e al suo amante nel cortile di casa.

In tali ipotesi, non si è in presenza di una violazione della privacy perchè, il cortile, anche se appartenente ad un luogo privato di dimora, non rientra nella tutela delle norme sulla privacy a condizione che, questo sia liberamente visibile dagli estranei.
 
Con questa Sentenza la Corte, ha evidenziato che la ripresa fotografica da parte di terzi, lede la riservatezza del privato solo se vengono ripresi comportamenti sottratti alla normale osservazione dall'esterno; "la tutela del domicilio è limitata a ciò che si compie in luoghi di privata dimora tendenzialmente non visibili a terzi".
 
In sintesi, se il comportamento è messo in atto in luoghi di privata dimora dove però è possibile liberamente la visione dall'esterno, il titolare del domicilio non può accampare il diritto alla riservatezza.